Il Botìro di Primiero di Malga

Prendi i pascoli della valle di Primiero ricchi di erbe e fiori e portaci in alpeggio durante l’estate le mucche, mungile e lascia riposare per tutta la notte il latte prodotto. La mattina seguente separa la panna cruda affiorata naturalmente e, grazie alla saggezza dei malgari locali con una tecnica tradizionale semplice ma che richiede competenza e cura, ottieni un burro dal colore giallo e dal profumo aromatico: il Botìro di Primiero di Malga, un prodotto di eccellenza con una grande storia che risale ai tempi della Serenissima dove veniva venduto in grandi quantità.

Produzione tradizionale quasi completamente scomparsa ma che oggi è stata ripresa dal Caseificio di Primiero a Malga Fossernica con il riconoscimento del Presidio Slow Food. Grazie anche all’impegno della Strada dei Formaggi per garantire un’alta qualità dei prodotti e dei servizi del territorio, è possibile ancora oggi gustare il Botìro di Primiero di Malga.

Per la particolarità della materia prima, la produzione del Botìro di Primiero di Malga è limitata al periodo dell’alpeggio e in quantità moderata.

Foto credits – Caseificio Sociale del Primiero

Commenti

commenti